Digital Health: le startup vincitrici della call di G-Gravity

Le tre startup che operano nel campo della digital health premiate al G-Gravity Award sono: Hale, Katakem e MedLea

Redazione
eHealth - Sanità Digitale - Medicina online

Il mondo della digital health si popola sempre più di giovani startup innovative dedicate al futuro della sanità. Le ultime premiate per il G-Gravity Awards tenutosi in occasione del convegno digitale “One Future” sono tre: Hale, Katakem e MedLea.

Le startup vincitrici

Tre sono le startup che operano nel mondo della digital health e che si sono distine.

La prima è Hale una community di persone con dolore pelvico cronico. La startup ha ottenuto il premio nella categoria “Women’s health” per l’importanza attribuita alla medicina di genere e l’impegno dimostrato verso la salute delle donne nel pieno rispetto degli obiettivi 2030 di sviluppo sostenibile, sottoponendo all’attenzione un tema spesso poco trattato e quasi invisibile.

La seconda giovane realtà innovativa è Katakem che ha ottenuto il riconoscimento “Medtech & tech solutions” per aver saputo rivoluzionare il settore della chimica unendo nel progetto tecnologie, piattaforma e Intelligenza Artificiale.

Per saperne di più: Intelligenza Artificiale, cos’è e come funziona. Tutto sulla AI

Infine, l’ultima a essere premiata nella categoria “Digital Health & Diagnostics” è la startup MedLea. Essa opera nel campo delle analisi cardiorespiratorie grazie all’utilizzo delle cosiddette Deep Tech.

Le tre realtà che operano nel settore digital beneficeranno di un accordo di 12 mesi con la possibilità di essere integrate nella community dell’hub per attività di mentorship e accesso al network.

“L’istituzione di questo premio conferma il nostro supporto alle nuove realtà protagoniste del progresso tecnologico nel campo della Salute. Uno sviluppo positivo che le startup Hale, Katakem e MedLea rappresentano in modo virtuoso attraverso applicazioni digitali innovative e disruptive in un futuro sempre più orientato all’approccio One Health”, ha commentato Roberta Gilardi, CEO di G-Gravity.

Federico Morgantini Editore