Al via la seconda edizione di I-Tech Innovation

CRIF e Fondazione Golinelli investono in 5 call dedicate a startup innovative. Al via I-Tech Innovation 2022

Redazione
I-Tech Innovation

Dopo il successo della prima edizione, torna I-Tech Innovation 2022, il programma di accelerazione di CRIF e Fondazione Golinelli che prevede anche per quest’anno investimenti per oltre 1,5 milioni di euro rivolti a start-up innovative.

I-Tech Innovation 2022

Il progetto I-Tech Innovation 2022 si compone di cinque diverse call. Le prime 3 sono Call for Innovation per le startup che operano in Life Science&Digital Health, Fintech&Insurtech e Agritech&FoodTech. A queste, quest’anno, si aggiungono 2 Call for Plug In per due nuove verticali sperimentali: la prima dedicata al settore Industry 4.0, Big Data processing HCP & Applied Artificial Intelligence, la seconda al Social Impact.
In tutto verranno selezionate fino a 16 startup che parteciperanno a un programma di mentorship e supporto dei loro modelli di business della durata di 4 mesi. Inoltre potranno beneficiare anche di una serie di facilities e servizi offerti anche dai promotori e dai partner delle call.

Per candidarsi alla seconda edizione di I-Tech Innovation c’è tempo ancora fino a domenica 19 giugno 2022.

Le call

Ecco quindi le 5 call di I-Tech Innovation 2022:

  • Life Science&Digital Health. Verranno selezionati fino a quattro progetti che operano nei seguenti ambiti: Pharmaceuticals & Biotech per finanziare tools e farmaci a supporto della medicina preventiva, personalizzata e di precisione con focus anche su AgeTech e medicina rigenerativa, Dementia’s prevention e brain stimulation; Medtech e Medical devices and diagnostics per dispositivi medici, strumenti diagnostici e biomarcatori ad alto impatto tecnologico che possano offrire una radicale innovazione nella diagnosi, nel trattamento e nel monitoraggio delle patologie; Digital Health per App per la salute, dispositivi smart indossabili o impiantabili, sistemi di diagnostica digitale, digital twin e soluzioni data driven potenziati dalla realtà aumentata e dall’AI.
  • Fintech&Insurtech. Saranno selezionate fino a 5 startup che operano nei settori di Alternative Data e AI Model for the Evaluation of Risk, Advanced AI based solutions for personalized data analysis, Planet Tech, SaaS for insurance, (Decentralized Finance and Digital Assets, Metaverse and Web 3.0;
  • Agritech&FoodTech. Saranno selezionati fino a 3 progetti che puntano a offrire servizi innovativi negli ambiti di: farm management software, satelliti, droni e dispositivi automatizzati, marketplace, market intelligence e traceability;
  • Social Impact selezionerà invece massimo due startup che operano nel settore della Financial Inclusion alla ricerca di soluzioni innovative per favorire l’accesso ai servizi bancari e finanziari e il loro utilizzo alle fasce di popolazione più deboli;
  • Industry 4.0, Big Data processing-HCP & Applied Artificial Intelligence. Anche in questo caso saranno massimo due le startup selezionate. Il bando punta a selezionare idee innovative per affrontare i problemi legati all’impatto ambientale dell’industria 4.0. I possibili ambiti di applicazione sono il design circolare ed ecosostenibile, la produzione sostenibile, intelligenza artificiale e Big Data Analytics, Edge & Cloud Computing & Manufacturing, Digital twin e industrial IoT e 5G Technology e Smart Product.

Federico Morgantini Editore