Il Principato di Monaco trasloca nel Metaverso

Un futuro sostenibile ed iper tecnologico: ecco come sarà il Principato di Monaco nel Metaverso

Redazione
Fiat di proprietà di Stellantis lancia Metaverse Store utilizzando Touchcast e Microsoft Tech

Il Metaverso è ormai sempre più simile al mondo reale con tante realtà, da quelle istituzionali come la Regione Piemonte alle cittadine, che si stanno spostando nel mondo virtuale. L’ultimo ad annunciare il suo “trasloco” è il Principato di Monaco.

Il Principato di Monaco nel Metaverso

A portare il Principato di Monaco nel Metaverso è la startup DWorld, fondata dalla giovanissima Manila Di Giovanni già inserita nella classifica “Forbes 30 Under 30”. Il progetto non è certo una novità anzi, è cominciato ancora prima che Facebook diventasse Meta ma, ora, si stanno per aprire le porte di circa tre quarti della cittadina virtuale.

Sono entusiasta di poter finalmente annunciare che la prima versione Alpha del Metaverso del Principato di Monaco è pronta. Abbiamo cominciato a lavorarci molto tempo fa, prima ancora che Facebook si trasformasse in Meta o altre città annunciassero lo sviluppo del proprio Metaverso. Siamo stati dei pionieri e non è stato semplice far comprendere l’importanza ai nostri interlocutori. Oggi per fortuna non è più così ma ci aspettano grandi sfide. Al momento siamo riusciti a completare i tre quartieri principali della città, compresi tra Monaco Ville e Montecarlo, con i principali punti di interesse. Oltre a questi anche Mareterra, il nuovo polo residenziale i cui 27.000 mq sono terreni sottratti al mare e che sarà pronto nel 2026 e dove sarà possibile visitare gli appartamenti in modalità virtuale prima ancora che vengano costruiti. All’interno del Metaverso monegasco vogliamo creare una comunità e un’economia parallela dove ogni settore economico è collegato alla piattaforma: Retail, Immobiliare, Turismo, Eventi, Yachting, Arte, Sport, e molto altro ancora, sarebbe la prima economia virtuale basata su un mondo reale. Ogni persona che si connetterà dall’estero potrà inoltre incentivare il turismo e l’economia locale senza nemmeno essere presente”, ha commentato la giovanissima imprenditrice.

Questa prima versione è, al momento, riservata alle aziende e società di servizi che potranno capirne il funzionamento e trovare il loro angolo di mondo anche nel Metaverso. Già dal 2023, però verrà aperto al pubblico e chiunque potrà iniziare a visitare il nuovo Principato di Monaco nel Metaverso.

Federico Morgantini Editore