La realtà virtuale è usata anche ai massimi livelli nell’hockey

Redazione
metaverso

Sense Arena è una piattaforma di allenamento per hockey in realtà virtuale utilizzata dalle squadre NHL che ora si sta espandendo oltre l’allenamento dei portieri.


Volare, guidare e ora l’hockey. La realtà virtuale continua a dimostrare che la formazione è fondamentale per la tecnologia. Come riporta roadtovr, Sense Arena è una piattaforma di allenamento per hockey in realtà virtuale utilizzata dalle squadre NHL che ora si sta espandendo oltre l’allenamento dei portieri.

Sense Arena è una piattaforma di allenamento per hockey VR rivolta a squadre professionistiche e amatoriali. Quello che è iniziato come un sistema progettato principalmente per l’allenamento dei portieri si sta evolvendo per includere esercizi di allenamento per giocatori di tutte le posizioni. 

Entrambe le versioni Goalie e Player del sistema sono vendute come un pacchetto completo che include un Oculus Quest 2, la piattaforma di realtà virtuale di Facebook, supporti per controller per guanti da portiere e mazze da hockey, il software Sense Arena e una custodia per riporre tutto. 

Secondo NHL.com il sistema è stato utilizzato da almeno 10 portieri della NHL tra cui Philipp Grubauer dei Colorado Avalanche, Elvis Merzlikins dei Columbus Blue Jackets e Antoine Bibeau dei Carolina Hurricanes.

Dal momento che il sistema tiene traccia solo della testa e delle mani del giocatore, molti movimenti del corpo e del giocatore non possono essere seguiti, il che significa che è tutt’altro che una simulazione fisica perfetta. Tuttavia, Sense Arena si propone come uno strumento di allenamento cognitivo tanto quanto il lavoro sulla tecnica.