Motorola lancia lo smartphone pieghevole Razr 2022

Si chiama Razr 2022 ed è la terza generazione dello smartphone pieghevole a conchiglia lanciato da Motorola

Redazione
motorola

Correva l’anno 2000 quando Motorola lanciò il suo primo smartphone a conchiglia che fece innamorare il mercato dei telefoni. Ora, il brand, ha appena presentato la terza generazione del pieghevole, il modello Razr 2022.

Motorola Razr 2022

Come sempre, il nuovo smartphone offre migliorie sotto ogni punto di vista dalla fotocamera alla durata della batteria.
La caratteristica principale del modello Razr 2022 è lo schermo esterno che, proprio come quello dell’ultimo Samsung, consente di accedere alle notifiche, effettuare chiamate, scattare foto, rispondere ai messaggi, riprodurre musica e molto altro senza dover per forza aprire lo smartphone. La batteria, invece, è 1,25 volte più ampia il che quindi, consente una ricarica due volte più veloce permettendo un utilizzo più lungo e senza interruzioni.

La fotocamera, invece, è doppia da 50 megapixel + 13 megapixel. Il sensore interno, invece, è pari a 32 megapixel. Inoltre, grazie al suo design pieghevole, anche scattarsi foto e selfie è più facile anche senza l’utilizzo del treppiede: basta piegarlo e il telefono si terrà stabile da solo in tantissime angolazioni. Lo stesso vale per qualsiasi altra attività, dalle videocall di lavoro fino ai momenti ludici che possono tutti essere fatti senza per forza dover tenere in mano il telefono.

Infine, ecco qui altre caratteristiche del nuovo smartphone:

  • La tecnologia di Motorola ha permesso di migliorare anche l’audio delle chiamate grazie al sistema con triplo microfono;
  • Si può sbloccare il telefono con la propria impronta digitale;
  • Il design dello smartphone è idrorepellente per proteggerlo dai liquidi;
  • Il display pieghevole misura 6,72 pollici;
  • La visualizzazione ultra grandangolare permette di non tagliare nessun amico dai selfie grazie all’inquadratura fino a 4 volte più ampia rispetto a un obiettivo standard;
  • É dotato del processore più potente di Qualcomm, lo Snapdragon 8+ Gen 1.

Federico Morgantini Editore