Apple lavora su un display che si adatta alla vista dell’utente

Patently Apple ha scoperto una nuova domanda di brevetto che Apple ha depositato presso l’US Patent and Trademark Office

Redazione
Apple

Patently Apple ha scoperto una domanda di brevetto che Apple ha depositato presso l’US Patent and Trademark Office (USPTO) che consentirebbe all’azienda di visualizzare output grafici corretti per la vista su un dispositivo elettronico. L’applicazione descrive anche qualcosa chiamato “Privacy Eyewear” che consentirebbe solo al proprietario di tali occhiali di leggere il contenuto su un display. 

Il brevetto sottolinea che una grande percentuale di esseri umani ha bisogno di usare occhiali da vista o lenti a contatto per vedere correttamente. La tecnologia citata da Apple nel brevetto consentirebbe a uno schermo di iPhone o iPad Pro di correggere automaticamente la visione dell’utente.

Come funziona il brevetto per decidere se regolare o meno il display per correggere la visione di un utente - Il deposito del brevetto mostra che Apple sta lavorando su un display che si adatta alla visione corretta dell'utente

Per esempio, se un utente è miope ma non indossa gli occhiali, l’output grafico standard verrà mostrato sullo schermo poiché non sarebbe necessaria alcuna correzione per consentire all’utente di vedere chiaramente lo schermo. Se l’utente miope indossa gli occhiali, lo schermo può essere regolato in modo che la persona che utilizza il dispositivo non debba togliersi gli occhiali per vedere chiaramente.

La domanda di brevetto menziona la scansione di tutto o parte del volto di un utente del dispositivo e la generazione di una mappa di profondità che dovrebbe essere abbinata per sbloccare il dispositivo. Questo è essenzialmente il modo in cui funziona Face ID. La scansione non solo autenticherebbe la persona sottoposta a scansione come utente registrato del dispositivo, ma potrebbe anche determinare come correggere la vista dell’utente utilizzando la mappa di profondità.

L'illustrazione del brevetto mostra come un utente può inserire le sue informazioni invece di utilizzare Face ID per identificare gli occhiali correttivi necessari - Il deposito del brevetto mostra che Apple sta lavorando su un display che si adatta alla visione corretta dell'utente

L’illustrazione del brevetto mostra come un utente può inserire le sue informazioni invece di utilizzare Face ID per identificare gli occhiali correttivi necessariIl dispositivo memorizzerà i risultati della scansione in modo che se lo stesso utente venisse scoperto da Face ID mentre tentava di sbloccare il dispositivo in un momento futuro, lo schermo verrebbe automaticamente corretto. Invece della scansione, l’utente potrebbe inserire i problemi con i suoi occhi.

Un’illustrazione nell’applicazione mostra una casella delle impostazioni che consentirebbe all’utente di digitare la sua prescrizione e utilizzare un tasto per rivelare le carenze visive di un utente (miope, presbite, presbiopia, astigmatismo) in modo che il display possa apportare le dovute regolazioni. Un’altra possibilità è che l’utente possa eseguire un test della vista che sarebbe preinstallato sul telefono.

In altre parole, l’iPhone potrebbe riconoscere se l’utente indossa le lenti correttive. Se l’utente si toglie gli occhiali, lo schermo potrebbe cambiare. Di conseguenza, indipendentemente dal fatto che l’utente indossi o meno le lenti correttive, l’immagine sul display gli sembrerebbe chiara.
Il brevetto afferma che un utente di iPhone o iPad Pro potrebbe avere quattro aspetti diversi tutti per la stessa identità. Ciò include tre look con gli occhiali (occhiali da lettura, da vista e da sole) e uno senza occhiali.

Federico Morgantini Editore