IKEA sta per lanciare due purificatori d’aria smart: tutti i dettagli

Nel mercato in fermento dei purificatori d’aria ha deciso di inserirsi IKEA, che non rinuncia ai suoi tratti distintivi: convenienza e minimalismo

Redazione
ikea

I purificatori d’aria stanno vivendo un momento di grazia, favorito anche dalle tecnologie smart che lo rendono un elemento inserito nella casa intelligente. I prezzi nella categoria possono variare da 80 a 800 dollari a seconda delle funzionalità, dei controlli basati su app, della compatibilità con assistenti intelligenti come Alexa o per usufruire dell’accesso a più dati e personalizzazione. In questo mercato in fermento ha deciso di inserirsi IKEA, che non rinuncia ai suoi tratti distintivi: convenienza e minimalismo. 

Il gigante svedese sta rilasciando due dispositivi chiamati “Starkvind”, un purificatore d’aria autonomo da pavimento e un modello da tavolino, che costano rispettivamente 129 e 189 dollari. Per farli funzionare, serve però dotarsi di un hub smart per la casa, che viene venduto separato al costo di 35 dollari ed è necessario per accedere ai controlli tramite app.

IKEA

Entrambi i purificatori IKEA sono identici per quanto riguarda la progettazione: contengono un sistema a tre filtri progettato per catturare particelle più grandi come capelli e polvere, il 99,5% di particelle più piccole nell’aria che misurano meno di 2,5 micrometri come polvere e polline, nonché inquinanti come formaldeide e cattivi odori. Per quanto riguarda la copertura, l’azienda afferma che la combinazione purificatore d’aria + tavolino laterale ha una portata effettiva fino a 215 piedi quadrati.

Starkvind ha anche cinque diverse velocità della ventola che possono essere utilizzate da sole o controllate e programmate dall’app IKEA Home in combinazione con l’hub per la casa intelligente TRÅDFRI. Quest’ultimo è un dispositivo a forma di disco che funge da ponte tra i prodotti intelligenti IKEA (come tapparelle, lampadine e altoparlanti ) e il telefono. Vi è inoltre una modalità automatica che si basa su un sensore integrato per regolare automaticamente la velocità della ventola in base alla quantità di particelle più piccole che si trovano nell’aria. 

Si prevede che il mercato globale della purificazione dell’aria crescerà con un tasso di crescita annuale di circa il 10,5% nei prossimi anni, raggiungendo alla fine oltre 26 miliardi di dollari di fatturato negli USA nel 2022.