Le 100 smart city che saranno carbon neutral entro il 2030

La Commissione Europea ha selezionato 100 smart city che diventeranno carbon neutral entro il 2030 e che saranno d’esempio per le altre

Redazione
smart city, intelligenza artificiale, IoT, 5G, servizi digitali

Sono 100 le città europee che sono state selezionate dalla Commissione Europea per diventare, grazie alle nuove tecnologie, delle smart city a impatto zero entro il 2030.

La situazione nelle città

Ormai la transizione verde è iniziata in tutta Europa, ma c’è sempre bisogno di pionieri che si prefiggono obiettivi ancora più ambiziosi. Queste città ci stanno indicando il cammino verso un futuro più sano e potranno contare su tutto il nostro appoggio. Mettiamoci subito al lavoro” ha affermato Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione UE.
Secondo alcuni dati emessi dalla Commissione stessa, le città, a livello globale, consumano oltre il 65% dell’energia mondiale, causando oltre il 70% delle emissioni di CO2. Per questo motivo è importante che fungano da ecosistemi di sperimentazione e innovazione e aiutino tutte le altre a diventare climaticamente neutre entro il 2050.

La lista delle 100 smart city

Le 100 città selezionate parteciperanno al programma “Climate Neutral e smart cities” che le aiuterà a diventare un esempio di innovazione tecnologica per le altre. Il cambiamento partirà da 360 milioni di euro di finanziamenti che dovranno essere utilizzati per la mobilità pulita, l’efficienza energetica e l’urbanistica verde.

Le 100 smart city selezionate provengono dai 27 Stati membri e altre 12 dai Paesi associati o che potrebbero associarsi a Horizon Europe. Per l’Italia sono state scelte: Bergamo, Bologna, Firenze, Milano, Padova, Parma, Prato, Roma e Torino. Inoltre, visto che ben 377 città hanno mostrato interesse ad aderire alla missione, la Commissione sta predisponendo anche un sostegno per quelle che non sono state selezionate.

“Le città sono in prima linea nella lotta contro la crisi climatica. Che si tratti di rinverdire gli spazi urbani, lottare contro l’inquinamento atmosferico, ridurre il consumo energetico negli edifici o proporre soluzioni di mobilità pulita, le città sono spesso il fulcro dei cambiamenti di cui l’Europa ha bisogno per completare con successo la transizione verso la neutralità climatica. Mi congratulo con le città selezionate oggi e attendo con interesse di scoprire le soluzioni che svilupperanno per guidare i loro abitanti e le imprese verso un futuro più verde” ha concluso Frans Timmermans, Vicepresidente esecutivo per il Green Deal europeo.

Federico Morgantini Editore