Dal 5G alle console passando per gli NFT, le tendenze per il 2022

NFT, console di gaming, intelligenza artificiale, 5G e molto altro. Ecco le tendenze per il 2022 evidenziate da Deloitte

Redazione
microsoft

Come ogni anno, anche per il 2022 Deloitte ha presentato il report Technology, Media & Telecommunications (TMT) Predictions 2022, nel quale identifica le tendenze globali del 2022 dagli smartphone alle console fino agli NFT.

NFT e console

Nel 2022 il mondo delle console di videogiochi celebrerà 50 anni. Un anniversario decisamente importante che, secondo Deloitte, generare per questo mercato circa 81 miliardi di dollari, con un incremento del 10% rispetto al 2021. I ricavi inerenti i giocatori su console, inoltre, potrebbero arrivare a un valore medio di 92 dollari per persona, quindi, ben al di sopra di quanto previsto per i giocatori su PC (23 dollari) e su mobile (50 dollari).

Sempre in ambito Media e Entertainment, non si può certo non citare la crescita vertiginosa degli NFT. Un trend che pare ora coinvolgere, soprattutto, il mondo dello sport e del collezionismo. Secondo l’analisi di Deloitte il mercato degli NFT nel 2022 è destinato a generare più di 2 miliardi in transazioni.

Il futuro dell’intelligenza artificiale secondo Deloitte

Secondo Deloitte il 2022 vedrà sempre più acceso il dibattito relativo alla regolamentazione nell’ambito delle applicazioni di artificial intelligence anche a fronte della sua crescita e diffusione. Deloitte prevede infatti, per il prossimo anno, lo sviluppo a livello globale della crittografia omomorfica e dell’apprendimento federato. le attese per il 2022 parlano infatti di una crescita a doppia cifra per i due mercati combinati, arrivando a valere già 250 milioni di dollari. Guardando più in là nel tempo, Deloitte ha stimato che, entro il 2025 questo valore raggiungerà i 500 milioni di dollari.

5G e Wi-Fi6

5G è la nuova parola del futuro della tecnologia. In Italia infatti, gli operatori di rete hanno già dichiarato di voler utilizzare il 5G FWA insieme alla fibra per migliorare e sostituire le attuali connessioni DSL, riducendo i costi grazie allo smantellamento delle tradizionali reti in rame.
In ambito telco anche WiFi6 sta riscuotendo un ampio successo tanto che le vendite di smart device con connettività WiFi6 continuano a superare ampiamente i dispositivi 5G. Le due tecnologie, infatti, sono assimilabili tanto che vengono per lo più sviluppate insieme. Secondo una rilevazione di Deloitte, su 437 ruoli executive all’interno di Telco in nove paesi, quasi un’azienda su 2 sta investendo simultaneamente nel 5G e nel WiFi6, all’interno dei loro piani per lo sviluppo di reti avanzate.

Federico Morgantini Editore