Microsoft porta l’AI generativa sulla suite Office con Copilot

Microsoft presenta al mondo l’AI generativa di Copilot all’interno della suite Office. Ecco come cambierà il mondo del lavoro da oggi in poi

Arianna De Felice
microsoft, copilot

“La giornata di oggi segna il prossimo grande passo nell’evoluzione del modo in cui interagiamo con l’informatica, che cambierà radicalmente il modo in cui lavoriamo e sbloccherà una nuova ondata di crescita della produttività. Con il nostro nuovo copilota per il lavoro, diamo alle persone più libertà d’azione e rendiamo la tecnologia più accessibile attraverso l’interfaccia più universale: il linguaggio naturale”, così Satya Nadella, Presidente e CEO di Microsoft ha presentato al mondo Copilot nella suite di Office.

Copilot di Microsoft entra nel mondo Office

Copilot non era certo una novità dato che la sua presentazione era avvenuta solo pochi giorni prima e in molti avevano già pensato che sarebbe stata la nuova tecnologica di AI generativa della suite Office di Microsoft. E così è stato.

Microsoft Copilot 365, dunque, cambierà il mondo del lavoro principalmente in tre modi.

Il primo riguarda la libertà creativa. Copilot in Word, ad esempio aiuterà a combattere la tanto temuta pagina bianca lasciando all’AI una prima bozza che verrà poi rivista dall’utente. Anche all’interno di PowerPoint Copilot aiuterà a creare splendide presentazioni solo con una semplice richiesta o modificando quanto già realizzato. In Excel, infine, sarà in grado di analizzare le tendenze e creare grafici e chart di dati.

La tecnologia di Copilot aiuterà anche ad aumentare la produttività lasciando alla macchina attività secondarie. In Outlook, per esempio, aiuterà a smaltire la posta in arrivo, in Teams riassumerà i punti chiave di ogni riunione suggerendo anche dei next step mentre in Power Platform chiunque potrà automatizzare attività ripetitive, creare chatbot e passare da un’idea alla creazione di un’applicazione in pochi minuti.

Infine Copilot aiuterà a migliorare le competenze. Se fino ad adesso per inserire una tabella, o animare una diapositiva bisognava cercare un comando, ora, per compiere certe azioni basterà utilizzare il linguaggio naturale.

Insomma, Copilot “è più di una semplice integrazione di ChatGPT di OpenAI in Microsoft 365. È un sofisticato motore di elaborazione che lavora dietro le quinte per combinare la potenza degli LLM con le app di Microsoft 365 e i dati aziendali nel Microsoft Graph, ora accessibile a tutti attraverso il linguaggio naturale”.

Federico Morgantini Editore