Tutte le novità e gli aggiornamenti di Clubhouse

Dalla nuova funzione “Condividi” a “Web Listening” ecco tutte le novità del 2022 appena lanciate da Clubhouse

Redazione
clubhouse

Anno nuovo nuove novità. Dopo Instagram che ha già annunciato diversi aggiornamenti e Snapchat, anche Clubhouse non si ferma e rilascia alcune nuove funzioni.

Gli aggiornamenti del 2021

Il 2021 è stato un anno ricco di grandi novità in campo social e Clubhouse non è stato da meno. Nei primi mesi dell’anno infatti ha anche concluso un nuovo round di finanziamenti da circa 4 miliardi. Tra le novità emerse nel 2021 due sono quelle che sono state sicuramente apprezzate di più. La prima è Replay. Questa nuova funzione permette di registrare una conversazione e condividerla poi in seguito nella propria stanza.

L’altro aggiornamento, invece, riguarda la comprensione e il linguaggio. Nella seconda metà dell’anno, infatti, Clubhouse ha cominciato a parlare 13 nuove lingue tra le quali anche l’italiano.

Condividi su Clubhouse

Si sa, Clubhouse è un social media che si basa sul concetto di condivisione di tematiche e racconti e quindi, non poteva che arrivare un aggiornamento che renderà più facile Condividere. Dopo aver ascoltato la community Clubhouse ha deciso infatti di aiutare gli utenti in quello che richiedono di più: riuscire a scoprire più facilmente le stanze.

Da ora, toccando il pulsante Condividi nella parte inferiore della stanza, si aprirà una finestra con tre opzioni: Condividi su Clubhouse, condividi tramite un social network o copia il link per condividere tramite un’app di messaggistica. Se si scegliere di condividere su Clubhouse si potrà anche aggiungere un commento personale per invogliare i propri follower a unirsi alla stanza.

Oltre che una possibilità in più di scoprire nuove stanze, questo strumento sarà molto utile per i creatori che avranno più possibilità di capire come stanno andando le loro stanze grazie alle condivisioni.

Web Listening

Grazie a Web Listening, invece sarà possibile ascoltare sale di Clubhouse da smartphone e laptop senza necessità di scaricare l’app o accedere. Per il momento la funzione è in fase di test negli Stati Uniti e funzionerà sia per le stanze live che per i replay.

Federico Morgantini Editore