A New York sta per nascere il più grande grattacielo elettrico al 100%

New York sempre più una smart city: in arrivo grattacielo 100% elettrico, con sistemi d’avanguardia e tecnologie di smart building

Redazione
smart city

Non solo il mondo delle auto ma anche l’architettura è sempre più attenta alle tecnologie green. Basti pensare alle numerose costruzioni che ogni giorno vengono realizzate con pannelli solari o le case in legno, come quelle di una volta. Tra le smart city vi è anche New York che, presto, potrà vantare il più grande grattacielo elettrico al 100%.

New York è sempre più una smart city

Progettato da Foster + Partners, il nuovo grattacielo in arrivo a New York sarà la nuova sede globale di JPMorgan Chase. Situato al 270 di Park Avenue sarà composto da 60 piani per un totale di 423 metri di altezza. Ma la particolarità non sono certo i numeri, ma le sue numerose tecnologie green e innovative che aiuteranno a rendere l’ambiente più sostenibile.

270 Park sarà, infatti, il più grande grattacielo completamente elettrico di New York City con zero emissioni operative nette e sarà alimentato al 100% da energia rinnovabile proveniente da una centrale idroelettrica dello Stato di New York. Oltre a operare a zero emissioni nette di carbonio, il progetto ha anche riutilizzato o riciclato il 97% dei materiali da costruzione della demolizione. Insomma, tutte attenzioni che aiutano sempre più a rendere la Grande Mela una smart city attenta all’ambiente e alle nuove tecnologie.
Inoltre l’edificio utilizzerà sistemi all’avanguardia per garantire che tutto funzioni nel modo più efficiente possibile come:

  • Tecnologie di costruzione intelligente che utilizza sensori, intelligenza artificiale e sistemi di apprendimento automatico per prevedere, rispondere e adattarsi ai bisogni energetici;
  • Sistemi avanzati di stoccaggio e riutilizzo dell’acqua per ridurre il consumo di acqua di oltre il 40%;
  • Tripla lastra di vetro sulla facciata e tende solari automatiche collegate a sistemi HVAC per una maggiore efficienza energetica;
  • Terrazze all’aperto con spazio verde naturale e piantumazioni.

La sostenibilità è al centro del progetto, con spazi di lavoro inondati di luce naturale e aria fresca, che incorporano elementi e materiali biofili per migliorare il benessere. Come squadra, abbiamo cercato di mettere in discussione e rivalutare ogni aspetto del design per creare un’ambiziosa visione futura del posto di lavoro per JP Morgan” ha commentato Nigel Dancey, Head of Studio, Foster + Partners.

Federico Morgantini Editore