Il mercato dei robot nel mondo. Italia seconda in Europa

Oltre mezzo milione di robot industriali installati in un anno nel mondo. I dati del World Robotics Report 2022 di IFR

Redazione
robot

Secondo il World Robotics Report 2022 della International Federation of Robotics (IFR) nel 2021 sono stati installati 517.385 robot industriali, ovvero mezzo milione in un solo anno. Un dato che è entrato nella storia della robotica come il “massimo storico” con un tasso di crescita del 31% su base annua e che ha superato del 22% il record pre-pandemia di installazione di robot nel 2018. In tutto il mondo gli umanoidi operativi sono, oggi, 3,5 milioni di unità.

Il mercato dei robot nel mondo

Al primo posto tra i mercati di robot industriali c’è, neanche a dirlo, l’Asia con il 74% installati solo nel 2021. A trainare il mercato asiatico è la Cina con 268.195 unità spedite. Dietro la Cina si posiziona il Giappone dove le installazioni sono aumentate del 22% nel 2021 con 47.182 unità. Lo stock operativo del Giappone era di 393.326 unità (+5%) nel 2021. La Repubblica della Corea, invece conquista il quarto posto con un aumento del 2% nel 2021.

Discorso a parte meritano, invece, le Americhe che si posizionano al terzo posto tra i mercati più in aumento. Nel 2021 nelle Americhe sono stati installati 50.712 robot industriali, il 31% in più rispetto al 2020. Si tratta di una notevole ripresa dal calo della pandemia nel 2020 e della seconda volta che le installazioni di robot nelle Americhe hanno superato la soglia delle 50.000 unità, con 55.212 unità nel 2018 fissando il punto di riferimento. A trainare il mercato USA sono gli Stati Uniti con aumenti del 14%. In particolare i robot vengono applicati nell’industria automobilistica (+9.782 installazioni), della plastica e dei prodotti chimici (3.466) e food&beverage (3.402).

La situazione in Europa e in Italia

L’Europa, invece, conquista il quinto posto a livello mondiale con la Germania e il sesto con l’Italia. Il numero di robot installati in Germania è cresciuto del 6% a 23.777 unità nel 2021. Si tratta del secondo numero di installazioni più alto mai registrato, dopo il picco causato dai massicci investimenti dell’industria automobilistica nel 2018 (26.723 unità).
L’Italia, invece, è il secondo mercato di robot appena dietro la Germania con un tasso di crescita medio annuo dell’8% tra il 2016 e il 2021. Solo nello scorso anno la crescita è stata pari al 14%. A seguire vi sono la Francia con +11% e il Regno Unito con +7%.

Federico Morgantini Editore