Intel punta sulla blockchain: in arrivo il chip per il mining delle criptovalute

Intel ha annunciato di volersi impegnare a promuovere la blockchain in maniera aperta, sicura, responsabile e sostenibile.

Redazione
blockchain

La multinazionale americana Intel in questi giorni sta facendo molto parlare di sé. Di queste ultime ore è infatti la notizia che ha acquisito l’azienda israeliana Tower Semiconductor per rafforzarsi nel settore dei chip “on demand”. Parallelamente però, ha anche annunciato il suo nuovo chip che rivoluzionerà il mondo della blockchain.

Intel e la blockchain

Blockchain è una tecnologia che ha il potenziale per consentire a tutti di possedere gran parte dei contenuti e dei servizi digitali che creano. Alcuni addirittura lo chiamano un punto di svolta nell’informatica, interrompendo fondamentalmente il modo in cui archiviamo, elaboriamo e gestiamo le nostre risorse digitali mentre introduciamo l’era del  metaverso  e del Web 3.0. Indipendentemente dall’evoluzione del futuro, è certo che la disponibilità di molte più risorse di calcolo per tutti giocherà un ruolo centrale” così Raja M. Koduri Vicepresidente senior Direttore generale, Accelerated Computing Systems and Graphics Group ha introdotto la novità dell’azienda.

Leggi anche: Blockchain: cos’è e come funziona, tutto sulla catena di blocchi

Facendo seguito a questa premessa, Intel ha annunciato di volersi impegnare a promuovere la blockchain in maniera aperta, sicura, responsabile e sostenibile.
Ad oggi, uno dei punti critici della blockchain è che richiede un’altissima quantità di energia. Per questo l’azienda ha deciso di studiare nuovi metodi per riuscire a sviluppare le tecnologie informatiche più efficienti dal punto di vista energetico su larga scala. Secondo le aspettative annunciate, l’acceleratore di blockchain potrebbe avere prestazioni per watt oltre 1000 volte migliori rispetto alle GPU tradizionali per il mining basato su SHA-256.  L’azienda ha riferito, inoltre, che la novità verrà implementata su un piccolissimo pezzo di silicio in modo da avere un impatto minimo sulla fornitura degli altri prodotti.

L’ultima novità annunciata da Intel è la risposta dell’azienda al perdurare del periodo di carenza di semiconduttori e, non da ultimo, il suo modo per prepararsi al Metaverso. Secondo quanto riferito, il progetto prenderà vita già nel 2022, probabilmente negli ultimi mesi. Infine, Intel ha rivelato che i primi clienti per questo nuovo acceleratore di blockchain saranno Argo Blockchain, BLOCK (precedentemente noto come Square) e GRIID Infrastructure.

Federico Morgantini Editore