Alchemy, l’AWS per blockchain, ha raccolto 80 milioni di dollari

Redazione
tecnologia blockchain

Alchemy è l’Amazon Web Services del settore blockchain, un player che consente la visione di un web decentralizzato.


La piattaforma di sviluppo blockchain Alchemy ha annunciato di aver raccolto 80 milioni di dollari in un round di finanziamento di serie B guidato da Coatue and Addition, il nuovo fondo di Lee Fixel, come riporta TechChrunch. La società in precedenza aveva raccolto un totale di 15,5 milioni di dollari, quindi l’ultimo finanziamento porta il suo totale raccolto a 95,5 milioni di dollari da quando è stata lanciata nel 2017.

L’ultimo round ha attirato l’attenzione per alcuni motivi.

In primo luogo, la società è passata dal lancio pubblico a una valutazione di 505 milioni di dollari nel giro di soli otto mesi. Durante quel periodo, Alchemy afferma di aver alimentato più di 30 miliardi di dollari di transazioni per decine di milioni di utenti in tutto il mondo. Inoltre, la startup conferma di stare già alimentando la maggior parte del settore NFT.

E infine, i suoi investitori includono un mix soggetti di alto profilo, come DFJ Growth, K5 Global, Chainsmokers, l’attore Jared Leto e la famiglia Glazer (proprietari dei Tampa Bay Buccaneers e Manchester United). 

Fonti con una conoscenza approfondita delle operazioni di Alchemy hanno detto a TechCrunch che la società ha già aumentato la sua attività di oltre otto volte da quando ha firmato il term sheet della serie B. È stato inoltre riportato che Alchemy aveva più di 300 milioni di dollari di domanda da parte di investitori che desideravano entrare nel round e che è stata costretta a fare un altro finanziamento che moltiplica la valutazione attuale.

TechCrunch ha parlato con i co-fondatori di Alchemy Nikil Viswanathan (CEO) e Joe Lau (CTO) dell’aumento di capitale: è emersa tanto la loro passione per la missione della startup quanto la sua crescita esplosiva.

Ci siamo resi conto che, affinché lo spazio prosperasse e sviluppasse il suo pieno potenziale, dovevamo creare un livello di piattaforma per sviluppatori per blockchain“, ha detto Viswanathan a TechCrunch.

L’obiettivo di Alchemy è quello di essere il punto di partenza per gli sviluppatori che intendono costruire un prodotto sopra una blockchain o applicazioni blockchain tradizionali. La sua piattaforma per sviluppatori mira a rimuovere la complessità e i costi di costruzione dell’infrastruttura migliorando le applicazioni attraverso strumenti di sviluppo “necessari”.

La startup alimenta una serie di transazioni in istituzioni finanziarie, borse, progetti di finanza decentralizzata da miliardi di dollari e organizzazioni multinazionali come l’UNICEF. È anche diventata rapidamente la tecnologia alla base di tutte le principali piattaforme NFT, inclusi MakersPlace, OpenSea, Nifty Gateway, SuperRare e CryptoPunks.  

Ogni volta che apri DoorDash, stai utilizzando l’infrastruttura di Amazon“, ha detto Lau. “Ogni volta che interagisci con un NFT, stai usando Alchemy“. 

Credits: Alchemy

L’economia crittografica si sta innovando più velocemente di qualsiasi movimento tecnologico che l’ha preceduta e Alchemy è stato un fattore chiave di questo“, ha affermato Emilie Choi, Presidente e COO di Coinbase. Alchemy consente agli sviluppatori di creare il ricco ecosistema di applicazioni necessarie per l’adozione mainstream della blockchain“.

Paul Veradittakit di Pantera Capital descrive Alchemy come “L’Amazon Web Services (AWS) del settore blockchain” che “consente la visione di un web decentralizzato”.

Mentre nel Web 2.0, Microsoft, Apple e AWS sono tre delle aziende più preziose al mondo perché sono la piattaforma di sviluppo che alimenta i settori dei computer e di Internet, Alchemy è pronta a fare lo stesso per la blockchain“, ha detto.

La società ritiene che il confronto con AWS sia equo, osservando che: “Proprio come AWS fornisce la piattaforma che alimenta Uber, Netflix e gran parte del settore tecnologico, Alchemy alimenta l’infrastruttura per molti grandi attori del settore blockchain“.

Alchemy prevede di utilizzare il suo nuovo capitale per espandere la sua piattaforma di sviluppo a nuove blockchain, alimentare l’espansione globale e aprire nuovi uffici negli Stati Uniti e nel mondo. La startup ha sede a San Francisco e sta progettando di aprire un ufficio a New York.  

Useremo i fondi  per supportare nuove catene con la nostra piattaforma per sviluppatori“, ha detto Viswanathan. 

Siamo passati da 14 a 22 dipendenti“, ha detto Lau. “Abbiamo intenzionalmente voluto mantenere la squadra il più snella possibile“.

AI WEEK 2021