Qualcomm vola alto con il suo drone con connettività 5G

Il drone di Qualcomm alimentato dall’intelligenza artificiale utilizza un chipset Snapdragon 865 e può acquisire video in 8K

Redazione
droni, Qualcomm, intelligenza artificiale, 5G

Qualcomm ha svelato il tipo di droni che potrebbero essere costruiti sulla piattaforma dedicata Flight RB5 5G. Il produttore di chip ha rilasciato un nuovo design di riferimento che contiene tutte le ultime tecnologie di connettività ed elaborazione. L’esoscheletro è dotato di un processore del segnale di immagine Qualcomm Spectra 480 in grado di catturare foto da 200 megapixel e video 8K a 30 FPS. Inoltre, il drone può registrare in 4K a 120 FPS con supporto per HDR. 

Come riporta endgadget, al suo interno, la piattaforma Flight RB5 5G utilizza il processore QRB5165 e la CPU Kryo 585 e la GPU Adreno 650, basata sulla CPU Snapdragon 865. I miglioramenti dell’intelligenza artificiale arrivano tramite l’acceleratore di tensore esagonale nell’esagono 698 DSP. Le terze parti che utilizzano la piattaforma avranno anche accesso a un kit di sviluppo software per l’elaborazione neurale, la visione artificiale e le applicazioni multimediali. 

Qualcomm
Credits: Qualcomm

Come suggerisce il nome, la piattaforma drone di Qualcomm include il supporto per la connettività 5G, comprese le bande mmWave e sub-6 GHz, oltre al WiFi 6. Il produttore afferma che la tecnologia di rete può aiutare a supportare le comunicazioni drone-drone e gli sciami di droni. Entrambi i casi d’uso vengono esplorati in tutti i settori, dalla consegna e trasporto di merci ai display luminosi aerei alla guerra militare. 

Qualcomm spera che la piattaforma dedicata possa accelerare lo sviluppo dei droni sfruttando la potenza dei suoi ultimi chip mobili.

Federico Morgantini Editore