NFT: dal fotografo Carlo Borlenghi all’attore Keanu Reeves

Il mondo degli NFT continua la sua crescita anche nel mondo di nomi noti. Ecco i progetti di Keanu Reeves e del fotografo Carlo Borlenghi

Redazione
nft

Il mondo degli NFT affascina sempre più anche i grandi nomi sia del mondo dell’arte, o in questo caso della fotografia, sia del mondo del cinema con gli attori pronti a cimentarsi in nuovi progetti digitali.

Le fotografie diventano digital art

Tra i primi fotografi ad abbracciare questa innovazione digitale è il fotografo italiano Carlo Borlenghi, noto, soprattutto, per i suoi scatti di America’s Cup e che, ora sono diventati anche opere digitali. I collezionisti, dunque, potranno avere la proprietà digitale esclusiva di alcune delle fotografie che hanno fatto la storia della nautica.

Le immagini sono suddivise in due collezioni: “America’s Cup History” e “The Chronicles of Sail“. Nella prima si potranno ammirare gli ultimi 40 anni di grandi regate per un totale di 70 immagini digitali. In The Chronicles of Sail, invece, viene narrata la vita di mare e lo spirito di chi ama la vela per un totale di 100 fotografie.

Gli NFT di Kneau Reeves

Si chiama, invece, Futureverse Foundation ed è un’iniziativa di beneficenza lanciata dall’attore Keanu Reeves e dalla sua compagna e artista Alexandra Grant.
Lo scopo è quello di sostenere la nuova generazione di artisti utilizzando proprio le nuove tecnologie e, in particolar modo, la blockchain e il mondo degli NFT. Ecco dunque un mondo, una specie di Metaverso come si può intuire dal nome, dove chiunque potrà accedere e creare.

La fondazione, dunque, si impegna a finanziare, grazie anche al prezioso aiuto di Non-Fungible Labs e FLUF World, dai cinque ai dieci progetti all’anno. La particolarità, però, è che i progetti non dovranno per forza avere a che fare con gli NFT o altre tecnologie digitali. L’obiettivo, infatti, è quello di riuscire a lavorare sulle potenzialità della blockchain per garantire trasparenza, prima di tutto sui fondi e su come essi vengono rilasciati.

Leggi anche: Blockchain: cos’è e come funziona, tutto sulla catena di blocchi

«Sognare un nuovo modello per la filantropia artistica con il team di Non-Fungible Labs, che possa avere un impatto duraturo sia nel mondo digitale che in quello reale è stato uno dei progetti più entusiasmanti su cui ho lavorato», ha spiegato Grant. «Il nostro futuro creativo sarà vissuto tra il reale e il digitale, ed è nostra responsabilità includere più persone in quello spazio creativo».

Federico Morgantini Editore