Tesla: arriva Fisker tra i competitor e promette guerra

Fisker ha presentato i suoi SUV elettrici, che avrebbero un’autonomia di guida più elevata rispetto ai veicoli Model Y di Tesla

Redazione
Fisker, Tesla competitor

La startup statunitense Fisker ha presentato i suoi SUV elettrici, che avrebbero un’autonomia di guida più elevata rispetto ai veicoli Model Y di Tesla, come riporta Reuters.

Con la produzione dei suoi SUV elettrici Ocean prevista per il prossimo novembre, Fisker si unirà al pari Lucid Group per sfidare il vantaggio di Tesla nella tecnologia delle batterie.

Le case automobilistiche e i produttori di batterie stanno correndo per aumentare la produzione e sviluppare batterie avanzate per veicoli elettrici, componenti chiave dei veicoli elettrici la cui domanda è prevista in crescita nei prossimi anni.

Fisker ha affermato di aver sfruttato la tecnologia del produttore cinese di batterie CATL per raggiungere un’autonomia stimata di oltre 350 miglia per carica per il suo SUV Ocean Extreme più costoso, al prezzo di $ 68.999, e 340 miglia per il suo Ocean Ultra, che ha un prezzo di $ 49.999.

In confronto, il Model Y Long Range di Tesla ha un’autonomia di 330 miglia e ha un prezzo di $ 58.990.

I due modelli Ocean di fascia più alta di Fisker utilizzeranno la chimica delle batterie a base di nichel, mentre la sua versione più economica utilizzerà una chimica a base di ferro. Fisker ha affermato che il modello base Ocean Sport avrà un prezzo di $ 37.499 e raggiungerà un’autonomia di 250 miglia per carica.

La startup californiana Lucid Group, guidata dall’ex ingegnere Tesla Peter Rawlinson, ha iniziato la consegna di berline elettriche di lusso Air il mese scorso con un driving range che batteva Tesla.

Fisker è stato lanciato da Henrik Fisker, un ex designer Aston-Martin la cui precedente impresa, Fisker Automotive, è fallita nel 2013. Fisker ha anche lottato con il richiamo delle batterie prodotte dal suo precedente fornitore, A123, che in seguito ha dichiarato bancarotta e alla fine è stato acquisita dal gruppo cinese Wanxiang.

Federico Morgantini Editore