Sostenibilità: in America arriverà presto il primo hotel carbon positive ispirato alla natura

Sostenibilità è la parola chiave del nuovo progetto dello studio Gang: l’hotel carbon positive del Colorado che sorgerà nel 2023

Redazione
sostenibilità

Il settore dell’architettura si sta, sempre più, preparando a un mondo dove la sostenibilità sarà all’ordine del giorno. Ogni nuovo progetto, infatti, prevede ormai l’impiego di tecnologie green per cercare di pesare sempre meno sull’ambiente. Uno degli ultimi presentati riguarda un hotel nel Colorado che sarà completamente carbon positive.

La sostenibilità nell’hotel Populus

Sostenibilità è la parola chiave del progetto dello Studio Gang e realizzato dagli sviluppatori di Urban Village: il nuovo hotel a Denver, in Colorado, che vedrà la luce nel 2023. Una volta completato il progetto, verrà edificato il primo hotel carbon positive degli Stati Uniti. Il progetto è 100% green tanto che persino il nome richiama la natura.

L’hotel è, infatti, soprannominato Populus in onore delle piante di Pioppo tremulo che sono tipiche di questa zona. Anche l’architettura stessa ricorda questi alberi: l’esterno dell’edificio è completamente bianco, intervallato da dei buchi neri che sembrano quasi un’occhio. Allo stesso modo, anche la corteccia degli alberi è caratterizzata da questo ripercorrersi di segni neri che, altri non sono, che i rami più bassi che cadono man mano che cresce l’albero.

Gli occhi dell’hotel sono, invece, le finestre dei vari luoghi che, grazie al “coperchio” che si estende verso l’esterno riescono a ombreggiare l’interno dell’ambiente e migliorare anche le prestazioni energetiche dell’edificio. Inoltre questa struttura architettonica permetterà di incanalare in modo ordinato l’acqua piovana che aiuterà anche a mantenere la facciata fresca e pulita nel tempo. Internamente, ai piani bassi si svilupperanno le aree comuni, prima fra tutte la hall, mentre i piani superiori vi saranno le stanze dell’hotel e gli occhi saranno adibiti sia a semplici finestre sia a sedute o scrivanie con vista sulla città.
L’hotel è suddiviso in 13 piani per un totale di 13.000 piedi quadrati. Sulla cima si trova anche un angolo di verde con una terrazza.

Federico Morgantini Editore