Sony brevetta un sistema di Intelligenza Artificiale da fantascienza

Redazione
sony, videogame, intelligenza artificiale

Grazie al sistema di intelligenza artificiale di Sony, il giocatore potrebbe assentarsi per lunghi periodi e l’IA farebbe le sue veci.


Sony ha pubblicato un brevetto (tramite SegmentNext) che utilizza l’intelligenza artificiale per monitorare i giocatori mentre giocano: l’obiettivo è creare e controllare un personaggio AI che imiti gli input dell’utente mentre affronta quei giochi. In poche parole, Sony ha brevettato un bot che può giocare nel modo in cui il gamer gioca, come riporta Pc Gamer.

Il profilo di intelligenza artificiale inizia con una serie di comportamenti di base, ma si somma a questi in risposta al monitoraggio delle azioni del giocatore, in modo da prendere decisioni simili a quelle che il giocatore effettuerebbe. 

L’obiettivo finale è un profilo AI che giocherà in modo simile al giocatore, che ha quindi la possibilità di lasciare che l’intelligenza artificiale prenda il sopravvento e giochi in sua vece.

Il brevetto copre anche la possibilità che un gioco sia in grado di avvisare un giocatore se sta avendo difficoltà per completare un’attività in cui l’intelligenza artificiale potrebbe assisterlo. 

Uno scenario quasi da Philip K. Dick o da Black Mirror, dunque che sembra molto richiamare la fantascienza e i suoi contorni. Eppure possibili applicazioni di questo brevetto sono molto più concrete e reali di quanto non sembri: per esempio riguardano la prosecuzione del videogioco mentre il gamer è impiegato a fare altro, utile soprattutto nelle sessioni online multigiocatore, o un potenziamento dei livelli di accessibilità del mondo gaming.

AI WEEK 2021