Samsung investe 17 miliardi di dollari per stabilizzare il mercato dei chip

Il nuovo stabilimento di Samsung sarà volto a soddisfare le esigenze dei clienti e a contribuire alla stabilità globale del mercato dei chip

Redazione
chip

Nuova svolta per Samsung che ha deciso di investire 17 miliardi di dollari per realizzare un nuovo stabilimento volto a incrementare la produzione di soluzioni di semiconduttori logici avanzati che alimentano le innovazioni e le tecnologie di prossima generazione. La nuova struttura verrà aperta a Taylor, in Texas.

La crisi dei chip

L’annuncio di Samsung avviene in un momento particolarmente delicato per il mercato dei chip: da quasi due anni infatti, la pandemia ha messo in crisi questo settore. L’inevitabile conseguenza è stata una minor produzione di diversi prodotti che stanno diventando ormai introvabili e a un importante aumento dei costi. Proprio in questi giorni l’Ad di STMicroelectronics Jean-Marc Chery ha dichiarato che “La crisi dei semiconduttori si protrarrà fino al 2023“. Che questo sia davvero un punto di svolta?

L’investimento di Samsung

Con l’aggiunta di una nuova struttura a Taylor, Samsung sta gettando le basi per un altro importante capitolo nel nostro futuro. Con una maggiore capacità produttiva, saremo in grado di soddisfare meglio le esigenze dei nostri clienti e contribuire alla stabilità della catena di fornitura globale dei semiconduttori“. Così Kinam Kim, Vicepresidente e CEO, Samsung Electronics Device Solutions Division ha annunciato il più grande investimento mai effettuato da Samsung negli Stati Uniti. 17 miliardi di dollari che includono edifici, miglioramenti immobiliari, macchinari e attrezzature.

L’inaugurazione del nuovo sito di oltre 5 milioni di metri quadrati avverrà nella prima metà del 2022. Per quanto riguarda l’operatività l’obiettivo è la seconda metà del 2024, sarà operativo. All’interno della nuova struttura verranno realizzati prodotti basati su tecnologie di processo avanzate per applicazioni in aree quali mobile, 5G, calcolo ad alte prestazioni (HPC) e intelligenza artificiale (AI). Infine, in questo modo, Samsung smuove anche il mercato occupazionale. Saranno circa 2.000 le assunzioni dirette oltre a migliaia di posti correlati una volta che lo stabilimento sarà operativo.

Federico Morgantini Editore