Samsung: con l’aumento del prezzo dei chip sale l’utile

Samsung ha registrato un aumento del 28% dell’utile operativo del terzo trimestre trainato dall’aumento dei prezzi dei chip di memoria

Redazione
Samsung Galaxy Z Flip3 5G

Samsung ha registrato un aumento del 28% dell’utile operativo del terzo trimestre, il più alto in tre anni, trainato dall’aumento dei prezzi dei chip di memoria e dalle vendite di display per la nuova ammiraglia di smartphone.

Il risultato preliminare è cresciuto del 26% rispetto al secondo trimestre, anche se appena al di sotto delle previsioni, mentre la reazione del mercato è stata ulteriormente attenuata poiché gli analisti hanno indicato un risultato piatto o leggermente inferiore in questo trimestre su un previsto calo dei prezzi dei chip di memoria.

Il più grande produttore di chip di memoria e smartphone al mondo ha stimato il suo profitto di luglio-settembre a 15,8 trilioni di won (13,3 miliardi di dollari), al di sotto di una Refinitiv SmartEstimate di 16,1 trilioni di won. È il più alto profitto trimestrale dal terzo trimestre del 2018.

“Il margine operativo del business mobile potrebbe essere stato inferiore alle attese del mercato”, ha affermato Park Sung-soon, analista di Cape Investment & Securities. “Dovremo vedere i costi di marketing e il mix di prodotti venduti da Samsung”.

L’aumento dei prezzi e delle spedizioni dei chip di memoria, oltre a un aumento della redditività dell’attività di produzione a contratto di chip di Samsung, ha probabilmente aumentato l’utile operativo della divisione chip di circa il 79% rispetto all’anno precedente, hanno affermato gli analisti. I semiconduttori hanno rappresentato circa la metà dell’utile operativo di Samsung nella prima metà dell’anno.

Gli analisti hanno affermato che i prezzi dei chip di memoria dovrebbero crollare questo trimestre poiché la domanda di personal computer diminuisce a causa di un previsto allentamento dei blocchi globali. Anche le spedizioni di smartphone potrebbero diminuire.

Una buona notizia per il prossimo anno dovrebbe essere l’attività di produzione a contratto di chip di Samsung, che giovedì ha annunciato l’intenzione di iniziare a produrre chip a 3 nanometri nella prima metà del 2022.

Per il business mobile di Samsung, le vendite stimate di 2 milioni di nuovi smartphone pieghevoli entro un mese hanno mostrato che la domanda per i suoi telefoni pieghevoli ha catturato una porzione più rilevante del mercato di massa rispetto allo scorso anno.

Tuttavia, questo è stato probabilmente compensato dai costi di marketing e dai maggiori costi dei componenti dovuti alla carenza globale di chip.

L’unità display di Samsung probabilmente ha visto risultati solidi poiché il cliente chiave Apple Inc (AAPL.O) ha aumentato gli ordini prima del lancio a fine settembre della serie iPhone 13.

Le entrate complessive probabilmente sono aumentate di circa il 9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente a un record di 73 trilioni di won, ha affermato Samsung in un documento.

Federico Morgantini Editore

Federico Morgantini Editore
QR Code