NTT Data: investimento da 200 milioni in Italia e una nuova sede a Milano

NTT DATA investe nel mercato italiano con una nuova sede a Milano e altre in arrivo in altre città per un totale di 5000 posti di lavoro

Redazione
ntt data

Un nuovo importante player del settore della Consulenza e Servizi IT investe sull’Italia. Stiamo parlando di NTT Data la multinazionale giapponese che ha inaugurato un nuovo headquarter di 16.000 mq a Milano. Tutto a impatto zero.

NTT DATA investe in Italia

200 milioni di euro. E’ questa la somma di investimenti che la multinazionale giapponese ha deciso di investire in Italia. Un progetto a lungo termine che parte dalla sede milanese ma che interesserà anche nuove sedi a Roma e Torino nella zona del Politecnico, mentre a Napoli verranno inaugurati nuovi spazi già a dicembre e, infine, a Cosenza si stanno già ampliando gli attuali edifici.
Durante l’inaugurazione a Milano NTT Data ha annunciato l’avvio di un piano di assunzioni: oltre 5.00 entro il 2025. Tra queste, le figure più ricercate sono negli ambiti Cloud, Security, Consulting, Java, Data Science, Design e IoT, con un interesse particolare per i neolaureati.

Il nuovo headquarter milanese rappresenta non solo la volontà di continuare a investire e assumere in Italia, ma è anche un manifesto della nostra visione per il futuro del lavoro che vede gli ambienti adattarsi alle nuove esigenze delle persone. Il modo di stare in ufficio sta cambiando, è necessario considerarlo come luogo di relazione in cui favorire lo scambio creativo, che sta alla base di qualsiasi innovazione. Vogliamo costruire un ambiente di lavoro accogliente in cui le nostre persone e le 5000 che assumeremo da qui al 2025 si sentano ispirate e siano il motore che permetterà all’azienda di fare la differenza per il nostro Paese.” ha affermato Walter Ruffinoni Ceo NTT DATA Italia ed EMEA

L’headquarter milanese

16.000 metri quadri suddivisi in due edifici: Human Building di dodici piani fuori terra e Technology Building di quattro piani fuori terra. All’interno gli uffici sono tutti progettati secondo le logiche di condivisione degli spazi e seguendo i criteri di sostenibilità, flessibilità e innovazione tecnologica. Infine, i due edifici si avvalgono di forniture di energia elettrica 100% da fonti rinnovabili, oltre ad avere pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica solare.

Federico Morgantini Editore