fbpx

Nasce l’Osservatorio sulle tendenze e le applicazioni del supercalcolo

L’ICSC presenta ufficialmente a Bologna il nuovo Osservatorio sulle tendenze e le applicazioni del supercalcolo

Redazione
osservatorio

Nel 2022 è nato l’ICSC – Centro Nazionale di Ricerca in High Performance Computing, Big Data e Quantum Computing. L’hub, con sede a Bologna, ha presentato in questi giorni il nuovo Osservatorio sulle tendenze e le applicazioni del Supercalcolo.

L’Osservatorio sulle tendenze e le applicazioni del Supercalcolo

L’Osservatorio sulle tendenze e le applicazioni del Supercalcolo nasce con l’obiettivo di portare sempre più il mondo dell’innovazione anche agli enti di ricerca e al mondo imprenditoriale, PMI, startup, amministrazioni e gruppi di interesse, fornendo loro strumenti concreti in termini di accesso e utilizzo di dati e informazioni. Nello specifico l’Osservatorio renderà disponibili casi d’uso e best practices in vari ambiti; organizzerà incontri, tavoli tematici e piattaforme di collaborazione; istituirà gruppi di lavoro coi policymaker a livello nazionale.

Le principali aree tematiche saranno: Salute; Società Digitali; Manifattura; Colture e Suoli. Non mancherà, neanche a dirlo, una particolare attenzione allo sviluppo dell’informatica quantistica e all’utilizzo delle applicazioni di intelligenza artificiale generativa da parte delle imprese. E’ in questi settori che l’Osservatorio si concentrerà sviluppando analisi e ricerche che verranno poi puntualmente racchiuse in report sullo stato dell’arte delle tecnologie in vari settori strategici, sugli scenari futuri di sviluppo e sulle politiche che ne facilitano l’implementazione.

“Entro un anno vedremo installato presso il Tecnopolo di Bologna il primo computer quantistico d’Italia – ha dichiarato Antonio Zoccoli – e questo si inserisce all’interno di un a proiezione che ci sta portando a fare ora gli investimenti necessari allo sviluppo socioeconomico dei prossimi 10-15 anni, quando vivremo in una società completamente data-oriented”.

All’incontro di presentazione dell’Osservatorio hanno partecipato: Raffaele Laudani, Assessore all’Urbanistica e Edilizia Privata, Pianificazione e progetti strategici, Patrimonio, Gemello Digitale, Scienza, Ricerca e Conoscenza (Comune di Bologna); Alberto Credi, Prorettore per la Ricerca (Università di Bologna); Francesco Ubertini, Presidente Fondazione IFAB – International Foundation Big Data and Artificial Intelligence for Human Development e Professore dell’Università di Bologna; Tommaso Calarco, Chairman of the European Quantum Community Network, Forschungszentrum Jülich / Università di BolognaPaola Bonomo, Consigliere indipendente, advisor e business angel; Stefania Ascione, Head of R&I and European Funds Advisory Intesa SanpaoloKatia Da Ros, Vice Presidente per Ambiente, Sostenibilità e Cultura ConfindustriaRosa Grimaldi, Delegata alla promozione economica e attrattività, innovazione, imprese e start up, industrie culturali e creative, impatto del tecnopolo Comune di BolognaAlessandro Piva, Direttore Osservatori AI, Cloud Transformation, Cybersecurity & Data Protection, Quantum Computing & Communication Politecnico di Milano, School of Management.

Iscriviti alla newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.