fbpx

Trentino Startup Valley, ecco le startup promettenti del quinto Demo Day

Tra le 19 startup che hanno partecipato al Demo Day di Trentino Startup Valley, solo queste sono giunte in finale. Ecco quali sono

Redazione

Presso la Fondazione Caritro (Trento) 19 startup si sono sfidate in occasione del quinto Demo Day del programma Trentino Startup Valley. Tra le tante realtà che hanno partecipato, solo queste sono risultate promettenti alla fine della giornata.

Trentino Startup Valley passa alla fase Validation

Organizzato da Trentino Sviluppo e Fondazione Hub Innovazione Trentino – HIT, Trentino Startup Valley ogni anno permette a diverse startup di presentare i propri progetti innovativi in modo da poter accedere a questo programma di accompagnamento d’eccellenza, caratterizzato da coaching personalizzatosupporto economicospazi di lavoronetwork dedicati e accesso a consulenti specialisticiinvestitori e business angel.

Dopo la fase di Bootstrap, in cui il programma fornisce ai futuri imprenditori le competenze necessarie per consolidare e rafforzare la struttura dell’idea imprenditoriale in modo da renderla economicamente sostenibile, con il Demo Day del 4 luglio si è aperta ufficialmente la fase Validation. Si tratta della fase finale di questo programma, che permette alle startup selezionate di proseguire il percorso di consolidamento dell’idea di business iniziato con Bootstrap. Nonché di aggiudicarsi un montepremi complessivo di oltre 100mila euro per mettere a terra il proprio progetto imprenditoriale.

Per l’occasione, il Demo Day è stato arricchito da un panel con la cofondatrice di Alps Blockchain Francesca Failoni e il cofondatore di HPA – High Performance Analytics Luca Di Persio. E da un approfondimento formativo a cura del senior business analyst di Invitalia Pasquale Pignalosa.

Le startup promettenti del quinto Demo Day

Sono ben 14 le startup che sono state ammesse alla fase Validation. Tra le idee imprenditoriali giunte in finale (espressione dei quattro diversi settori tecnologici Sostenibilità, Digital Solutions, EdTech e Salute e scienze della vita) segnaliamo FEP per la categoria “startup innovative” e Recovery Road per la categoria “startup sociali”.

La prima, EP, è una startup che monitora in modo completo ed efficiente patogeni pericolosi per la salute umana ed animale in modo da favorire la prevenzione e la sicurezza delle comunità.

La seconda, Recovery Road, è una piattaforma che connette i pazienti e i loro cari con una squadra di esperti nel trattamento dei DCA, che include psicologi, nutrizionisti, educatori, psichiatri e peer tutors, offrendo anche sessioni di gruppo per supportare il percorso di recupero.

Altre menzioni sono andate a WildEdu, Lotteria per il Sociale, BrightMol Biotech e Stiamo Solo Parlando.

Nota di quest’edizione del Demo Day, ben cinque progetti imprenditoriali sono a guida femminile, mentre altrettanti progetti provengono da ImprendiSociale. Ovvero il percorso nato in collaborazione con Fondazione Demarchi per accompagnare attraverso Trentino Startup Valley anche le più originali idee di business a impatto sociale.

A tutte è andato il plauso dell’assessore provinciale allo Sviluppo economico, lavoro, università e ricerca Achille Spinelli, che ha sottolineato:

“In Trentino Startup Valley, una startup su due viene dal mondo trentino della ricerca, dall’Università o dalle Fondazioni Kessler e Mach. Ciò prova la necessità di questo percorso di accompagnamento, il cui obiettivo è proprio quello di fare sistema e costruire una rete che aiuti coloro che hanno un’idea innovativa a incrociare gli strumenti giusti per metterla a terra”.

Iscriviti alla newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.