fbpx

GlitchZone, la nuova call per startup della cybersecurity

Al via la nuova call per sostenere ancora di più la cybersecurity nazionale e le startup specializzate nella sicurezza informatica

Redazione

In un mondo sempre più connesso attraverso dispositivi intelligenti e reti, la sicurezza informatica è cruciale per proteggere le infrastrutture digitali e i dati sensibili. Anche perché la mancanza di una robusta cybersecurity ci rende vulnerabili a intrusioni malevole, frodi informatiche e violazioni dei dati. Proprio per mitigare questi rischi Scientifica Venture Capital ha recentemente lanciato GlitchZone, un’iniziativa che va a sostenere progetti e startup innovative in grado di rafforzare ancora di più la sicurezza informatica di tutti, anche delle aziende del nostro Paese.

GlitchZone, un’iniziativa strategica per la cybersecurity

Le startup nel settore della cybersecurity sono essenziali per contrastare le minacce digitali in continua evoluzione. Con la proliferazione di dispositivi intelligenti, l’aumento esponenziale dei dati e la crescente sofisticazione delle minacce online, la necessità di soluzioni innovative è diventata una priorità.

La call per startup GlitchZone si pone, infatti, l’ambizioso obiettivo di identificare e sostenere le migliori soluzioni tecnologiche in ambito di sicurezza informatica con particolare riferimento a settori come: scienza dei dati, intelligenza artificiale, robotica, Internet of Things, blockchain, computazione quantistica e crittografia.

Ha dichiarato Riccardo D’Alessandri, Managing Partner di Scientifica Venture Capital:

“Siamo entusiasti di annunciare il lancio di GlitchZone, il programma sulla cybersecurity promosso con ACN. In un’epoca in cui la sicurezza informatica è più critica che mai, GlitchZone rappresenta un’importante iniziativa per identificare le migliori soluzioni in grado di rafforzarla. Il nostro obiettivo è creare un ecosistema resiliente per affrontare le sfide sempre più complesse del panorama digitale odierno. Siamo impazienti di collaborare con i migliori talenti per costruire un orizzonte digitale più sicuro per tutti. Ringraziamo ACN per averci selezionato tra gli operatori dotati delle competenze imprescindibili per portare avanti una startup competition di questo livello”.

Tutto ciò è stato reso possibile anche grazie alla collaborazione con l’Agenzia per la cybersicurezza nazionale, che, oltre a promuovere l’iniziativa, ha costituito un Cyber Innovation Network per avviare nuovi programmi di supporto rivolti a startup e spinoff in ambito cyber.

Infatti, a livello di vantaggi, le startup selezionate per GlitchZone potranno ricevere diversi benefit quali contributi a fondo perduto da parte dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale, così come percorsi di accelerazione personalizzati e programmi formativi per rafforzare la strategia aziendale. Nonché collaborazioni strategiche con specialisti del settore e un possibile ticket di investimento da parte di Scientifica Venture Capital, oltre a una visibilità globale attraverso un network internazionale.

Ha dichiarato Bruno Frattasi, Direttore Generale dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale:

“Con il Cyber Innovation Network abbiamo scommesso su realtà giovani e innovative. Crediamo infatti che l’ecosistema cibernetico nazionale possa giovarsi di una sempre più efficace collaborazione tra i soggetti della ricerca, pubblica e privata, nonché tra Istituzioni, mondo dell’imprenditoria e fondi di investimento“. 

Iscriviti alla newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.