Il 5G porta i robot nei musei di Palazzo Madama e al GAM

Robot, visite guidate in telepresenza e esperienze in VR nei musei di Palazzo Madama e al GAM di Milano grazie al 5G

Redazione
Tecnologia 5G

Le nuove tecnologie, ormai, sono diventate fondamentali in qualsiasi settore per offrire sempre più al pubblico esperienze uniche e innovative. L’ultima novità arriva rientra nell’ambito del progetto finanziato dall’Unione Europea 5G-TOURS5G smarT mObility, media and e-health for toURists and citizenS” e attualmente in corso in due musei italiani.

L’arte e il 5G

Città di Torino – Assessorato e Direzione Innovazione, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura – Ericsson, TIM, Fondazione Torino Musei e Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, grazie anche al contributo di partner come Samsung e Atos, mettono a completa disposizione del pubblico di Palazzo Madama e GAM diverse esperienze culturali abilitate dalla rete 5G. Fino al 13 maggio, infatti, il museo di Palazzo Madama offrirà tre diverse sperimentazioni: un tour guidato da un robot, l’esperienza in Virtual Reality e la visita guidata ai sotterranei in telepresenza.

Partendo dal piccolo umanoide, l’esperienza si svolgerà nella Sala Ceramiche dove il robot R1 porterà i visitatori alla scoperta delle opere e sarà in grado di rispondere alle domande relative all’autore e al periodo storico cui appartengono. Progettato dall’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, R1è alto 1,25 ed è realizzato al 50% da plastica e al 50% in fibra di carbonio e metallo. Grazie alla connessione 5G, il robot riesce a trasmettere a calcolatori esterni tutta una serie di dati utili per la percezione dell’ambiente, la navigazione in autonomia e la gestione dei dialoghi.

L’esperienza in VR, invece, avviene grazie ai visori Meta Quest, connessi anche loro alla rete 5G. In questo caso, il pubblico dovrà risolvere un puzzle virtuale: riporre i dipinti presenti nella Camera delle Guardie all’interno delle giuste cornici. Un’attività divertente che, grazie alle nuove tecnologie permetterà a tutti di imparare ancora più cose sull’arte interagendo direttamente con essa, almeno nel mondo virtuale.

Infine, aprono, in maniera del tutto straordinaria, i sotterranei di Palazzo Madama. Il pubblico potrà infatti accedervi in telepresenza, accompagnato dal Minirobot Double 3 che, grazie alla rete 5G, riuscirà a muoversi con precisione anche in spazi così piccoli.

Alla Galleria d’Arte Moderna di Milano, invece, l’appuntamento più atteso è quello del 25 maggio quando il 5G riuscirà a far vivere momenti di apprendimento davvero unici anche alle scuole. Una classe, infatti, potrà manovrare direttamente dal banco il Minirobot Double 3 presente nelle sale della collezione del ‘900 al GAM.

Federico Morgantini Editore