L’energia solare spaziale al centro di un test militare statunitense

Redazione
energia solare

Il test avrebbe l’ambizioso obiettivo di assorbire l’energia solare e inviarla al pianeta terra. I risultati preliminari sono positivi.


Un aereo spaziale militare statunitense viene utilizzato per testare le metodologie migliori per raccogliere l’energia solare e trasmetterla alla terra, come riporta Space.com.

La maggior parte dei compiti del drone spaziale robotico protagonista questa missione, nota come Orbital Test Vehicle-6 (OTV-6), è un segreto noto solo agli addetti ai lavori. Tuttavia, è dato sapere che il velivolo trasporta un modulo di antenna a radiofrequenza fotovoltaica, o PRAM-FX. 

PRAM-FX è un esperimento del Naval Research Laboratory (NRL) che si occupa di studiare la trasformazione dell’energia solare in energia a microonde a radiofrequenza (RF). PRAM-FX è una piastrella quadrata da 12 pollici (30,5 centimetri) che raccoglie l’energia solare e la converte in potenza RF.

Paul Jaffe, leader del portfolio di prodotti solari spaziali e di trasmissione di potenza innovativa presso NRL, ha affermato che PRAM-FX non trasmette energia a microonde da nessuna parte. Piuttosto, l’esperimento sta misurando le prestazioni della conversione da luce solare a microonde dal punto di vista dell’efficienza e anche dal punto di vista delle prestazioni termiche.

Risultati preliminari

Questo compito nello spazio è relativamente semplice. Ma PRAM-FX aiuta a portare avanti un obiettivo più ambizioso: assorbire l’energia del sole e trasmetterla alla Terra.

Sebbene i risultati siano preliminari, si confrontano favorevolmente con le prestazioni documentate nei test a terra, che hanno anche dimostrato un’efficienza totale del modulo dell’8%. Man mano che l’esperimento procede, verrà fornito un quadro completo delle prestazioni del modulo in diverse condizioni di illuminazione e temperatura nell’ambiente spaziale“, sottolinea il documento IEEE .

Federico Morgantini Editore
QR Code