Dollaro digitale: al via cinque progetti pilota finanziati da Accenture

Redazione
Blockchain e Criptovalute, digitale

I CBDC sono l’equivalente digitale di banconote e monete: i titolari possono effettuare pagamenti e accedere alla banca centrale.


L’organizzazione no profit statunitense Digital Dollar Project lancerà cinque programmi pilota nei prossimi 12 mesi per testare i potenziali usi di una valuta digitale della banca centrale statunitense, primo tentativo di questo genere negli Stati Uniti, come riporta Reuters.

I progetti pilota del settore privato saranno inizialmente finanziati da Accenture e coinvolgeranno, tra gli altri, società finanziarie, rivenditori e ONG. L’obiettivo è generare dati che potrebbero aiutare i politici statunitensi a sviluppare un dollaro digitale.

Una partnership tra Accenture e la Digital Dollar Foundation, il Digital Dollar Project è stato creato lo scorso anno per promuovere la ricerca su una valuta digitale della banca centrale statunitense (CBDC).

Ci sono conferenze e documenti che escono ogni settimana in tutto il mondo sui CBDC basati sui dati di altri paesi“, ha detto Christopher Giancarlo, ex presidente della Commodity Futures Trading Commission e co-fondatore della Digital Dollar Foundation.

Quello che non c’è, sono dati reali e test dagli Stati Uniti per informare quel dibattito. Stiamo cercando di generare dati del mondo reale“, ha aggiunto Giancarlo.

I CBDC sono l’equivalente digitale di banconote e monete: offrono ai titolari un diritto digitale diretto alla banca centrale e consentono di effettuare pagamenti elettronici istantanei.

Sebbene le carte di debito o le app di pagamento siano una forma di denaro digitale, tali transazioni vengono create dalle banche commerciali sulla base del credito delle banche centrali monetarie sui conti di tali banche. Non sono completamente sostenuti dal governo, possono richiedere giorni per essere risolti e spesso incorrere in commissioni. Le criptovalute, nel frattempo, sono controllate da attori privati.

Le banche centrali di tutto il mondo, anche in Cina e in Europa, stanno promuovendo progetti CBDC per respingere le minacce delle criptovalute e migliorare i sistemi di pagamento.

In qualità di custode della valuta più utilizzata al mondo, la Federal Reserve statunitense si sta muovendo con maggiore cautela. Sta lavorando con il Massachusetts Institute of Technology (MIT) per costruire una piattaforma tecnologica per un ipotetico dollaro digitale, ma il presidente Jerome Powell ha detto la scorsa settimana che è “molto più importante” ottenere un dollaro digitale corretto anziché velocemente.

Giancarlo ha detto che Powell haa ragione a essere cauto, ma che mentre la Cina va avanti, gli Stati Uniti devono guidare una discussione sull’incorporazione dei valori statunitensi come la privacy e la libertà di commercio e di parola nello sviluppo delle CBDC.

È fondamentale che gli Stati Uniti affermino la leadership come hanno fatto nelle precedenti innovazioni tecnologiche“, ha aggiunto Giancarlo.

Un dollaro digitale potrebbe anche aumentare l’inclusione finanziaria negli Stati Uniti, dove le commissioni di transazione impediscono l’accesso di molti americani ai servizi finanziari tradizionali, ha detto Giancarlo.

I programmi pilota, tre dei quali verranno lanciati nei prossimi due mesi, integreranno il progetto MIT della Fed generando dati sugli usi funzionali, sociologici, aziendali, sui vantaggi e su altri aspetti del dollaro digitale. I dati dovrebbero essere rilasciati pubblicamente.

AI WEEK 2021
Federico Morgantini Editore
QR Code