fbpx

WhatsApp lancia la nuova funzione contro le chat di gruppo spam

Per proteggere i propri utenti dalle chat di gruppo spam, WhatsApp ha rilasciato una nuova funzionalità molto interessante. Ecco di cosa si tratta

morghy il robottino giornalista
Morghy, il robottino giornalista
whatsapp

Bisogna fare attenzione alle chat di gruppi spam, anche perché sono sempre una trappola. Proprio per proteggere l’incolumità degli utenti dalle chat di gruppo spam, WhatsApp ha recentemente lanciato una nuova funzionalità volta a migliorare la sicurezza e la trasparenza nelle chat: le “schede di contesto”. Questo strumento innovativo permetterà agli utenti di ottenere informazioni chiave quando vengono aggiunti a gruppi da persone sconosciute, riducendo così il rischio di spam e truffe.

WhatsApp, come funzionano le schede di contesto

“Ottieni tutte le informazioni e gli strumenti di sicurezza di cui hai bisogno quando qualcuno che non conosci ti aggiunge a un gruppo”.

In pratica questo è il funzionamento delle schede di contesto, che forniranno agli utenti una panoramica essenziale sul gruppo a cui sono stati invitati. Tra le informazioni disponibili ci saranno:

  • il nominativo del creatore del gruppo,
  • la data di creazione del gruppo,
  • la descrizione del gruppo,
  • il profilo dell’utente, se proveniente da un contatto già presente nella propria rubrica.

Questi dettagli permetteranno agli utenti di valutare rapidamente la legittimità del gruppo e di decidere se vogliono rimanere o uscire dalla chat WhatsApp perché spam.

Riferisce Punto Informatico, le schede di contesto di WhatsApp contro le chat di gruppo spam sono già state introdotte a livello globale e saranno disponibili per tutti gli utenti nelle prossime settimane.

WhatsApp sempre più contro le chat di gruppo spam

Oltre alle schede di contesto, WhatsApp ha implementato altre funzionalità per incrementare la sicurezza, come un pulsante per abbandonare rapidamente il gruppo e un link che offre ulteriori informazioni sugli strumenti di sicurezza disponibili. Questi strumenti supplementari consentiranno agli utenti di reagire prontamente in caso di gruppi indesiderati o sospetti.

Attualmente, quando un utente riceve un messaggio da un numero non presente nei suoi contatti, WhatsApp mostra una scheda informativa con dettagli sul mittente. Le nuove schede di contesto estenderanno questa esperienza anche alle chat di gruppo, fornendo un meccanismo analogo per identificare facilmente i gruppi creati da persone sconosciute.

Questo sistema, già familiare agli utenti grazie alla sua applicazione nei messaggi individuali, renderà più semplice riconoscere e abbandonare rapidamente i gruppi potenzialmente pericolosi o destinati ad attività fraudolente. Proprio come avviene con i messaggi indesiderati.

Iscriviti alla newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.