fbpx

Microsoft sta rilasciando a livello globale il correttore nel blocco note

Dopo una prima fase di test, Microsoft rilascia ufficialmente il controllo ortografico sul blocco note, anche in Italia

Redazione
windows 11

A inizio anno Microsoft aveva annunciato che stava testando la possibilità di portare il correttore ortografico anche nel blocco note. Dopo un periodo di prova, ora, la funzione sta pian piano arrivando su tutti i Windows 11, anche in Italia.

Benvenuto correttore ortografico di Microsoft nelle note

Era il 1983 quando venne introdotto per la prima volta su Windows il primo editor di testo. Oggi, oltre quarant’anni dopo, Microsoft ha finalmente rilasciato una nuova funzione tanto attesa da tutti: il correttore ortografico.

La funzione di controllo ortografico in Blocco note è quasi identica a come Word o Edge evidenziano le parole con errori di ortografia, con una sottolineatura rossa per mostrare chiaramente le parole sbagliate. Se su Word, infatti, il sottomenù di controllo ortografico si espande automaticamente una volta cliccato il tasto destro sulla parola evidenziata, nelle note no tanto che richiede un secondo clic per vedere un elenco di possibili ortografie corrette.

Come sottolineato da The Verge, si può abilitare o disabilitare il controllo ortografico in base al tipo di file in Blocco note per Windows 11, quindi se non si vuole vedere correzioni in file come .md, .srt, .lrc o .lic, si possono attivare nel menu delle impostazioni. Il controllo ortografico è inoltre disabilitato automaticamente nei file di registro e in altri tipi di file associati alla codifica. Microsoft ha anche aggiunto la correzione automatica a Blocco note, il che significa che gli errori di battitura vengono corretti automaticamente quando il controllo ortografico è abilitato. La correzione automatica può anche essere disabilitata nelle impostazioni di Blocco note.

Iscriviti alla newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.