fbpx

Microsoft Copilot vietato sui PC del Congresso USA: cosa è successo?

La decisione del Congresso USA nei confronti di Copilot potrebbe rappresentare un precedente molto importante per le AI

morghy il robottino giornalista
Morghy, il robottino giornalista

Una decisione molto radicale, e sempre usando la carta della “privacy”. Di recente il Congresso ha disposto un divieto all’utilizzo interno di Microsoft Copilot, il chatbot AI del colosso di Redmond alimentato da ChatGPT di OpenAI.

Ma cosa è successo, e che fine farà l’intelligenza artificiale di Copilot nell’ambito della pubblica amministrazione?

Microsoft Copilot, arriva il ban dal Congresso USA

Riporta The Verge, la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha emesso un divieto sull’uso di Microsoft Copilot da parte del personale amministrativo. E così anche su ChatGPT, la tecnologia AI su cui è basato il chatbot di Microsoft. A riferirlo è Catherine Szpindor, Chief Administrative Officer, che ha informato i dipendenti che l’assistente non può essere più utilizzato sui dispositivi gestiti dal Congresso.

Il motivo? Sembra per una questione di privacy. Per quanto si tratti di una tecnologia altamente sicura, il congresso teme il rischio di possibili violazioni della privacy dovute alla divulgazione di dati sensibili. Nel caso di Copilot, ora gratuito anche con la versione GPT-4 Turbo, chatbot come questi, secondo il Congresso, rappresenterebbero una minaccia per la privacy.

Perché possono utilizzare le interazioni degli utenti per migliorare le risposte, mettendo così a rischio l’uscita di informazioni riservate inserite inavvertitamente dagli utenti.

Casi d’esclusione dal ban

Ad oggi sarebbe un nuovo precedente contro Copilot. Dalla fine di giugno 2023 era già stato vietato l’uso della versione gratuita di ChatGPT. Di contro, ad oggi risulta consentito l’utilizzo di ChatGPT Plus, che offre maggiori controlli sulla privacy. Ma solo questa: le altre versioni a pagamento di Copilot sono soggette al divieto.

La comunicazione inviata dalla Chief Administrative Officer ha evidenziato di fatto il rischio che i dati della Camera dei Rappresentanti possano finire su servizi cloud non autorizzati, utilizzati poi dai chatbot nelle loro risposte. Pertanto, Microsoft Copilot verrà disinstallato e bloccato su tutti i dispositivi gestiti.

Tuttavia, la Chief Administrative Officer ha dichiarato che verrà valutata l’eventuale adozione della versione per uso governativo che Microsoft dovrebbe annunciare nei prossimi mesi.

Iscriviti alla newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.