Criptovalute, apre in Lombardia il primo “Bitcoin Village”

L’idea è stata partorita dalla mente creativa di un giovane ingegnere appassionato di criptovalute, finalizzata ad aiutare i neofiti

Redazione
Criptovalute: bitcoin tecnologia blockchain, Bitpanda

Fornire assistenza completa e formazione sull’ampio mondo delle criptovalute e dei bitcoin, in presenza o in remoto, aiutando commercianti, negozianti, imprese e professionisti a semplificare le procedure di implementazione di pagamenti in monete virtuali presso la loro attività.

Questo l’obiettivo alla base del primo Bitcoin Village lombardo, inaugurato nei giorni scorsi a Darfo, comune della bassa Val Camonica in provincia di Brescia. L’idea è venuta a Valerio Dalla Costa, giovane ingegnere appassionato di criptovalute che ha sentito il bisogno di realizzare un punto di contatto fisico per permettere a chiunque di avvicinarsi a questo settore.

La formazione rappresenta uno dei punti focali dello store: vengono proposti corsi su come scegliere e gestire un wallet, ovvero il portafoglio elettronico di bitcoin, effettuare transazioni e scambiare criptovalute. Spazio anche ai risvolti politici, economici, sociali e relazionali che questa “rivoluzione silenziosa” sta portando.

Leggi anche: Criptovalute, dove siamo e dove stiamo andando. Il report trimestrale del Digital Gold Institute

Nello store sono presenti gadget e libri dedicati al mondo del bitcoin, che negli ultimi mesi ha interessato settori sempre più trasversali: dall’arte al calcio, dalla moda all’online gaming.

Da non dimenticare, infine, come il 7 settembre scorso El Salvador abbia approvato una legge per creare un fondo da 150 milioni di dollari per facilitare le conversioni da bitcoin a dollari USA, rendendo ufficialmente utilizzabile la moneta virtuale.

Federico Morgantini Editore
Federico Morgantini Editore
QR Code