Apple, il primo iPhone con 1 TB di memoria sarà annunciato domani?

Continuano ad emergere nuovi scoop sui prodotti targati Apple in vista del grande evento di domani, pronto a segnare il futuro dell’azienda

Redazione
apple iphone

Manca soltanto un giorno al più grande evento Apple dell’anno, atteso da utenti e investitori di tutto il mondo. L’ultimo scoop arriva dal noto analista Ming-Chi Kuo, che ha deciso di svelare nuove informazioni in anteprima inerenti la gamma di iPhone 13 e gli AirPods 3.

Sia l’iPhone 13 sia il modello Pro dovrebbero avere 1 TB di memoria e rappresentare i primi device nella storia dell’azienda di Cupertino ad avere tale capienza. I modelli mini, invece, dovrebbero mantenere la medesima configurazione della passata generazione, dunque 128 GB, 256 GB e 512 GB.

Per quanto riguarda gli AirPods 13, l’analista si aspetta un design simile a quello dei Pro, ma con un rialzo del prezzo rispetto agli standard. In ogni caso l’intenzione di Apple sarebbe quella di continuare a supportare anche la seconda generazione di AirPods, accontentando in questo modo le richieste di consumatori che preferiscono il modello precedente di cuffie.

Leggi anche: Apple, manca poco a iPhone 13 – ecco cosa sappiamo

Il futuro di Apple è sempre più tech

Spazio anche alla serie 7 di Apple Watch. Inizialmente erano stati evidenziati alcuni ritardi nella produzione dei nuovi modelli, ma il tutto dovrebbe essersi sistemato nel migliore dei modi.

La produzione dovrebbe adesso partire a metà mese e l’obiettivo di Luxshare, azienda manifatturiera che lavora a stretto contatto con Apple, è quello di rendere disponibile la nuova gamma di prodotti a partire da metà ottobre.

apple, wearable

L’azienda di Cupertino, infine, sta lavorando duramente per espandersi anche nel settore della realtà aumentata: secondo un recente rapporto di The Information, infatti, il presunto visore di realtà aumentata e virtuale di Apple, atteso intorno al 2023, sarebbe progettato per fare affidamento su un altro dispositivo e potrebbe dover scaricare più attività pesanti del processore su un iPhone o Mac connesso.

Federico Morgantini Editore
Federico Morgantini Editore
QR Code