Linkem e Maccarese puntano sul 5G per accelerare la transizione verso l’agricoltura 4.0

Redazione
5G: nuona partnership tra Linkem e l'azienda Maccarese

Rafforzando la collaborazione, le due aziende puntano sul 5G con una soluzione che integra IoT e intelligenza artificiale.


L’operatore 5G Linkem, leader in Italia nel settore della banda ultralarga wireless, e l’azienda agricola Maccarese rafforzano la partnership con un nuovo accordo strategico per “l’adozione di soluzioni tecnologiche integrate e orientate all’agricoltura di precisione e alla sostenibilità”. L’obiettivo? Accelerare la transizione verso l’agricoltura 4.0.

Da un lato Linkem è impegnata nella creazione di valore per i clienti e per i territori in cui opera grazie alla costante evoluzione della rete in termini di capacità e in ottica di transizione al 5G, dall’altro l’azienda agricola Maccarese S.p.A che, estendendosi su una superfice di 3200 ettari, in un unico corpo, è considerata tra le più grandi aziende agricole d’Italia nonché una delle più grandi realtà imprenditoriali italiane, con focus importante su elevate perfomance produttive, nel rispetto della sostenibilità ambientale e sociale.

Una collaborazione, quella tra le due realtà che rafforza la compenetrazione tra tecnologia, in questo caso specifico 5G, e agricoltura. L’azienda agricola e zootecnica Maccarese, già servita dalla connettività FWA di Linkem, si legge in una nota riportata da Ansa, ha deciso infatti di “sfruttare i vantaggi del 5G per accelerare la trasformazione in chiave agricoltura 4.0, digitalizzando i processi aziendali e l’intera filiera agroalimentare grazie a un’unica piattaforma in cloud“.

Nello specifico la soluzione, messa sul piatto da Linkem e studiata puntualmente per Maccarese, integra sensori IoT evoluti per la registrazione e trasmissione dei parametri ambientali e algoritmi di intelligenza artificiale per l’analisi dei dati e delle immagini multispettrali raccolte dai satelliti, nonché dello specifico consiglio irriguo. Il tutto reso più veloce e stabile dalla connettività 5G.

Integrando queste tecnologie Maccarese acquisisce un grado di protezione ulteriore per le proprie coltivazioni. Sensori e intelligenza artificiale sono in grado di prevedere, per esempio, l’insorgenza di specifiche patologie a causa di agenti patogeni.

Maccarese prospetta anche benefici per quanto riguarda la razionalizzazione delle risorse idriche, energetiche e di prodotti fitosanitari. Le nuove tecnologie andranno anche a monitorare gli 80 ettari di mandorleto dell’azienda, così da coprire il fabbisogno nazionale abbassando progressivamente la dipendenza dall’import dalla California.

Federico Morgantini Editore
QR Code